Messi fa tripletta contro l’Ecuador e porta l’Argentina ai mondiali in Russia

Finalmente Leo Messi! Questa notte moltissimi appassionati di calcio italiani sono rimasti svegli, e ne è valsa la pena: l’Argentina si qualifica ai mondiali russi grazie alla tripletta del suo giocatore più rappresentativo.

E dire che l’Albiceleste stava perdendo 1-0 contro l’Ecuador: il gol di Ibarra (con Otamendi e Mascherano spettatori non paganti) aveva fatto tremare un popolo intero. La partita dunque non si era messa per nulla bene, ma alla fine il fuoriclasse assoluto ha messo le cose a posto.

In queste ore tutti i quotidiani del mondo stanno celebrando la Pulce, e Sampaoli a fine gara ha dichiarato che sarebbe stato “impensabile giocare una Coppa del Mondo senza Leo”. E chi diceva che in Nazionale Messi non è mai stato decisivo, ecco che si dovrà ricredere.

Olè titola così la sua prima pagina: “All’altezza di Dio”. Anche perchè il match si è svolto ai 3000 metri di altitudine di Quito. L’Argentina aveva visto da vicino il baratro, poi però è arrivato il Messi(a) del calcio e tutto si è risolto per il meglio.

Marca lo incorona come “Genio del calcio mondiale”: certo, in Spagna sono molto più abituati a vedere questo fuoriclasse esprimesi continuativamente. Ora anche la Nazionale reclama questo Messi sempre.