Napoli, parla Marek Hamsik sulle possibilità di vincere e sui motivi delle continue sostituzioni

Finalmente domenica scorsa Marek Hamsik è tornato al gol, andando a -1 dal record di Maradona e offrendo una prova molto convincente. Il centrocampista slovacco ha parlato ai microfoni di Sprt.Aktuality del suo obiettivo personale stagionale e di quelli del suo Napoli, di cui è capitano: “Record di Maradona? Ho una stagione intera davanti, non credo sia un problema. Sarri ci ha dato un’identità, stiamo lavorando da tre anni e credo sia arrivato il momento per vincere. Dopo la sosta delle nazionali avremo un blocco difficile con Roma, Manchester City ed Inter, vedremo come si metterà dopo queste partite“.

Hamsik parla anche del suo stato di forma, i problemi fisici sembrano ormai passati: “Va tutto bene, adesso sono guarito. Col Napoli abbiamo avuto un ottimo avvio in campionato, con sette partite e sette vittorie. Contenti per questo inizio, adesso penso alla nazionale. Il gol? Si, mi mancava e sono contento che sia arrivato“.

L’argomento sicuramente più scottante dall’inizio di stagione in casa azzurra è quello rappresentato dai continui cambi al minuto 60 con cui Sarri ha sempre fatto uscire il capitano partenopeo. Hamsik però dà la sua spiegazione: “Il Napoli più forte in cui ho giocato? Sicuramente si. A volte Sarri mi ha cambiato per preservarmi o anche perchè giocavo male, ma ora va bene“.

Speciale Offerta FIFA 18