Lorenzo Insigne ha rilasciato una lunga intervista sulle pagine di Dugout

Stasera c’è Italia-Albania: una partita che gli azzurri devono assolutamente vincere per garantirsi di affrontare i playoff da testa di serie. Tra i giocatori a cui tocca prendere in mano la situazione c’è anche Lorenzo Insigne, che fino a questo momento in Nazionale non ha fatto vedere le meravigliose giocate con la maglia del Napoli.

L’attaccante partenopeo ha rilasciato una lunga intervista sulle pagine di Dugout, dove ha avuto l’occasione di raccontarsi a partire dal suo passato: “La mia prima squadra è stata l’Olimpia Grumese che mi ha aiutato tanto prima del mio passaggio al Napoli. Il mio primo gol in maglia azzurra l’ho fatto al San Paolo contro il Parma e fu un’emozione incredibile. A Torino vinsi il mio primo trofeo come miglior giocatore in un campionato giovanile. Fu una grande soddisfazione per me. Dissero che ero forte fisicamente ed infatti a me piacere saltare l’uomo”.

Non sono però state tutte rose e fiori all’inizio, e c’è chi addirittura lo scartò, cosa che mise a dura prova il carattere del calciatore di Frattamaggiore: “Quando fui scartato da Torino e Inter perché dicevano che fossi troppo basso. Ma sono contento, perchè questo ha contribuito a realizzare il sogno di giocare col Napoli”.

Un’ultima battuta anche sul suo idolo, che come ha ribadito più volte è Alex Del Piero: “Prima squadra Napoli, ovviamente, ma anche se ai napoletani dà fastidio, il mio idolo è Del Piero. Gran giocatore e grande uomo”.

Speciale Offerta FIFA 18